RIQUALIFICAZIONE URBANA

Per ricucire lo strappo che si è creato tra il centro e la periferia della città, occorrono politiche che tengano conto delle caratteristiche dei luoghi, ma in un’ottica di integrazione.

 

Il centro storico ha una funzione insostituibile, eppure da molti anni è in difficoltà. Il progressivo abbassamento della qualità della vita ha determinato una fuga di residenti. Oggi esistono gli spazi, ma mancano le idee su come utilizzarli. La priorità è favorire il ripopolamento, ponendosi nel breve termine l’obiettivo di riportare a vivere in centro almeno 12-13 mila persone. Perché ciò avvenga, bisogna innalzare la qualità residenziale attraverso interventi di sostegno a famiglie, giovani e anziani. Occorrono agevolazioni sui mutui, tributi comunali più leggeri, riqualificazione delle facciate e una politica che favorisca l’inserimento di ascensori nei palazzi che ne sono privi. È inoltre necessario realizzare nuovi micro-parcheggi, laddove possibile sotterranei, e diffusi, così da rendere più confortevole la quotidianità degli abitanti. E’ arrivato il momento di rimuovere tutti quegli ostacoli che hanno determinato l’abbandono del centro, rafforzandone la vivibilità e il prestigio.

 

Ripopolando il centro si potrà migliorare anche l’offerta commerciale e dare così nuova linfa all’occupazione. A cominciare dall’artigianato, che oggi attraversa forti difficoltà, pur avendo rappresentato per Perugia una risorsa economica e professionale unica. Riteniamo doveroso e strategico sostenere le botteghe di arti e mestieri sopravvissute alla crisi, attraverso agevolazioni sugli affitti o irrigidendo i vincoli di destinazione d’uso dei locali. I piccoli negozi, le attività a conduzione familiare unitamente agli ammodernamenti strutturali e ambientali degli edifici storici, sono il giusto presupposto affinché i cittadini decidano di ripopolare luoghi antichi e ricchi di suggestioni.

 

Parallelamente bisogna lavorare sulla riqualificazione dei quartieri, investendo tutte le risorse necessarie per le strade, il verde e il decoro urbano, potenziando i servizi pubblici e la mobilità. Troppe zone, specialmente quelle a nord della città, sono sprovviste di collegamenti adeguati anche con i servizi essenziali. Dai “Ponti”, ad esempio, raggiungere l’ospedale di Perugia con i mezzi è un’impresa titanica.

Scarica il programma in pdf 

Contattaci 

Email : listasocart1cp@gmail.com

​​​

Maggio 2019. 

Proudly created by Stefania Fiorucci