SVILUPPO SOSTENIBILE  

La qualità della vita passa per una città sensibile e all'avanguardia sulle tematiche ambientali. Lo sviluppo sostenibile conviene, ne siamo certi. E allora Perugia deve adottare tutte le misure necessarie per diventare una città ad emissioni zero. L’uso delle auto da noi è tra i più alti a livello nazionale e ciò non è più tollerabile. La riapertura del centro con il cosiddetto anello di Piazza Italia ha generato il caos, con le auto che girano a vuoto alla ricerca di un parcheggio, inquinando ancora di più l’aria. Pesanti disagi si registrano quotidianamente lungo la E45, dallo svincolo con il raccordo Perugia-Bettolle a quello con la strada «75» Centrale umbra, dove il flusso di traffico giornaliero è del 115% e nelle ore di punta raggiunge quota 145%. Perugia ha tutti gli svantaggi delle metropoli, pur essendo una piccola città. Ecco perché occorre incentivare il trasporto pubblico locale, puntando sulla mobilità sostenibile.

 

Perugia ha innanzitutto una rete ferroviaria che attraversa la città e che dovrebbe diventare il circuito di riferimento per chi si muove dal centro alla periferia.

 

La sostenibilità dello sviluppo passa anche dal recupero intelligente del patrimonio edilizio esistente, senza bisogno di nuove costruzioni ma riconvertendo ciò che è stato già costruito. Un altro tema chiave è la certificazione energetica degli edifici, fondamentale per il risparmio energetico e per l’abbattimento dei costi a carico delle famiglie, con ricadute positive anche sulle filiere economiche.

 

C’è poi il tema dei rifiuti, anch'esso mal gestito in questi anni di amministrazione. Perugia deve insistere sulla raccolta differenziata, incentivando concretamente la filiera del riciclo e mantenendo la prospettiva “rifiuti zero”. Bisogna sviluppare politiche che consentano il riutilizzo dei materiali recuperati e introdurre il servizio di tariffazione puntuale, sistema di calcolo legato alla reale produzione di rifiuti e non più al criterio dei metri quadrati dell’immobile. L’utente pagherà per quanti rifiuti avrà prodotto, quindi meno rifiuti produce e meno spende.

 

Per limitare il consumo di plastica e, sempre in un’ottica di sostenibilità ambientale, è necessario incrementare sul territorio gli erogatori di acqua, le cosiddette Fontanelle, specie nelle aree periferiche.

Scarica il programma in pdf 

Contattaci 

Email : listasocart1cp@gmail.com

​​​

Maggio 2019. 

Proudly created by Stefania Fiorucci